Notizie

 fitosanitari2018

Confagricoltura Veneto, per diffondere agli agricoltori le informazioni sulla corretta gestione dei prodotti fitosanitari, ha deciso di creare un opuscolo informativo disponibile in formato digitale sul sito di Confagricoltura Veneto.

Si ricorda che, al fine di utilizzare professionalmente i prodotti fitosanitari, è obbligatorio che l’imprenditore agricolo sia in possesso del certificato di abilitazione all’acquisto/utilizzo dei prodotti fitosanitari ad uso professionale (il cosiddetto patentino fitosanitario), indipendentemente dalla classe tossicologica del prodotto.

Chi non è in possesso del patentino può acquistare solamente prodotti destinati ad un uso non professionale (produzione per autoconsumo), nonché i prodotti per piante ornamentali (PPO), oppure può contattare gli uffici di Confagricoltura – Erapra del Veneto per avere informazioni sui corsi abilitanti.

Il patentino è obbligatorio per l’intero processo che va dal ritiro del prodotto fitosanitario presso il rivenditore allo smaltimento dei contenitori vuoti e delle rimanenze; quindi dall’acquisto alle successive operazioni.

E’ bene precisare che l’argomento è in continua evoluzione normativa, e le disposizioni che sono qui riassunte possono essere soggette a modifiche.

E’ inoltre opportuno ricordare infine che le regole relative ai prodotti fitosanitari sono normate anche dai Regolamenti di Polizia Rurale, che in quanto regolamenti comunali, non sono stati trattati in questo opuscolo generale, ma che è necessario consultare.

Scarica il vademecum

riuzona2018

I Soci sono invitati a partecipare a uno degli incontri di zona che abbiamo organizzato per approfondire in particolare:

  • Piano di sviluppo rurale del Veneto: bandi per investimenti, insediamento giovani, agroambiente
  • Pac 2018, greening, condizionalità, assicurazioni
  • Legge di bilancio 2018 e normative fiscali e previdenziali
  • Accordi di filiera

Gli incontri saranno anche l’occasione per raccogliere i vostri suggerimenti sull’attività dell’associazione:

Lunedì 22 gennaio 2018 ore 9.30
TAGLIO DI PO
Consorzio di bonifica Delta del Po
via Pordenone 8
-----
Lunedì 22 gennaio 2018 ore 15
ADRIA
Ostello Amolara (ex idrovora)
via Capitello 11
-----
Mercoledì 24 gennaio 2018 ore 9.30
ROVIGO
sede Confagricoltura Rovigo
piazza Duomo 2
-----
Mercoledì 24 gennaio 2018 ore 15
LENDINARA
Biblioteca civica
via G. B. Conti 30
-----
Mercoledì 31 gennaio 2018 ore 9.30
FICAROLO
sala polivalente Papa Giovanni XXIII
piazza Guglielmo Marconi
-----
Mercoledì 31 gennaio 2018 ore 15
FIESSO UMBERTIANO
sala “Falcone e Borsellino” ex dispensario
via Dante Alighieri 66
-----
Giovedì 1° febbraio 2018 ore 9.30
CASTELMASSA
sala municipale
piazza Vittorio Veneto

 pac2016

Dal 1 gennaio 2018  saranno valide alcune decisioni prese nei mesi scorsi come ad esempio il divieto di utilizzo dei prodotti fitosanitari sulle superfici oggeto EFA e altri in via di approvazione ma di fatto definite come le migliorie presenti nel pacchetto omnibus che dovrà essere approvato entro fine anno.

Al fine di rendere più agevoli le decisioni per le aziende associate cerchiamo di riassumere, cercando di interpretare al meglio la documentazione ad oggi disponibile, con un occhio particolare per le aziende operanti nella nostra provincia, gli obblighi legati al greening ricordando nel contempo che il mancato adempimento di questi obblighi porta al non pagamento del greening stesso e a una rduzione del 25% sul pagamento base aziendale.

Ricordiamo che gli obblighi relativi al greening si dividono in diversificazione e gestione delle superfici EFA per almeno il 5% della superficie. E' confermata anche per il 2018 la percentuale del 5% sopra i 15 ettari di seminativo aziendale. Le aziende completamente biologiche sono esentate dal focus ecologico EFA.

Relativamente alla diversificazione il pacchetto Omnibus introdurrà la possibilità per le aziende che investono oltre il 75% della loro superficie utile a  colture leguminose (erba medica)  di non  dover individuare altre colture in rotazione come nel caso di coltivazione di oltre il 75% a colture sommerse si è esenti dall'obbligo di diversificare.

Per quanto riguarda la gestione delle superfici EFA l'azienda potrà scegliere tra le seguenti possibilità:

 

1.Terreno a riposo dal 01/01/2018 al 30/06/2018 senza produzione agricola ne' raccolta foraggio. Previste 3 modalità:

- Terreno nudo privo di vegetazione

- Terreno coperto da vegetazione spontanea

- Terreno seminato esclusivamente per colture da sovescio (compost-ammendanti-fertilizzanti)

Sui terreni a riposo è vietato lo sfalcio e gestione meccanica/chimica delle infestanti nel periodo 1 marzo - 30 giugno.

Dal 1 luglio è possibile seminare un nuovo raccolto.

 

2. Utilizzo di elementi caratteristici del paesaggio

- Possibilità di utilizzo come EFA di siepi, fasce alberate, alberi in filare, boschetti (non vincolati a misure PSR), bordi dei campi e fossati.

 A titolo esemplificativo:

- Fossato max 10 m larghezza, fattore di ponderazione 2 (1 mq fosso = 2 mq EFA  esempio 1000 ml di fosso a 3 metri larghezza equivalgono a 6000 mq di EFA)

- Margini dei campi inerbiti, min 1 metro max 20 metri fattore di ponderazione 1,5, ad esempio 200 ml di fascia tampone di 6 metri di larghezza corrispondono a 1800 mq di EFA

- Siepi larghezza max 20 mt, fattore ponderazione 2 (nel caso di siepi e fasce tampone impegnate con mis. PSR si avrà riduzione del 31% del contributo).

- Boschetti (non impegnati con il PSR) superficie max 0,3 ettari (bosco ceduo max 0,5 ettari) fattore di ponderazione 1,5.

- Stagni (maceri) con superficie massima di 0,3 ettari fattore di ponderazione 1,5.

Consigliamo di non inserire capezzagne non inerbite (strade bianche).

 

3. Colture azotofissatrici (es. pisello proteico, soia e erba medica ecc.) con fattore di ponderazione 1,00 (con il pacchetto Omnibus)

- coltivazione con divieto di utilizzo di prodotti fitosanitari per tutto il ciclo colturale (vedi decreto ministeriale allegato)

Dopo la raccolta del prodotto è possibile effettuare una coltura di secondo raccolto con normale uso di fitofarmaci.

 

4. Coltura con miscuglio di azotofissatrici e altre specie (graminacee, crucifere etc.) in cui ci sia la prevalenza di azotofissatrici con almeno il 51% (vedi tabella allegata). Anche in questo caso si applica un fattore di ponderazione di 1,0 (con il pacchetto Omnibus).

 

Per verificare la propria situazione aziendale o per qualsiasi dubbio siete pregati di contattare gli uffici di Zona di Confagricoltura Rovigo.

 

 psrmis10

La Regione ha disposto l’apertura dei termini di presentazione delle domande di aiuto per le seguenti misure:

-          10.1.2 Ottimizzazione ambientale delle tecniche agronomiche ed irrigue con un budget di 15 milioni;

-          13.1.1 Indennità compensativa in zona montana con un importo a bando di 20 milioni di euro.

Riportiamo di seguito una sintesi del contenuto delle suddette misure. Il termine per la presentazione delle domande è il 15 maggio 2018.

  • 10.1.2 Ottimizzazione ambientale delle tecniche agronomiche ed irrigue

La misura sostiene l'adozione di tecniche di coltivazione che assicurino l’appropriato utilizzo dei fitonutrienti e della risorsa idrica, al fine di allineare i potenziali fabbisogni delle colture alla necessità di tutela della qualità delle risorse idriche superficiali e profonde. Nel rispetto del 25% della SOI aziendale, i terreni ad impegno possono variare negli anni in funzione della rotazione colturale, assicurando comunque il mantenimento della consistenza della SAU seminativa aziendale obbligatoria ad impegno.

Sulle superfici ad impegno vanno attuate le seguenti colture: mais o sorgo, soia, girasole, cereali autunno vernini, colza/altre crucifere o altre colture erbacee autunno vernine, barbabietola, tabacco.

L’agricoltore deve rispettare i seguenti impegni: seminare colture intercalari di copertura del suolo; effettuare analisi dei terreni; ridurre i concimi azotati e distribuire in modo ottimizzato i fertilizzanti; aggiornare il registro web di coltivazione; rispettare gli impegni di gestione ottimizzata dell’acqua a fini irrigui, laddove siano presenti le colture di mais, barbabietola, soia, tabacco.

Il mancato rispetto dell’impegno irriguo, per le colture di mais, soia e barbabietola è permesso solamente qualora il Consorzio di Bonifica competente per territorio attesti la mancanza strutturale di servizio irriguo sulla SOI ad impegno. Nel caso del tabacco l’impegno irriguo deve essere sempre assicurato.

La priorità è assegnata ai territori del bacino scolante della Laguna di Venezia e alle aree con bilancio idroclimatico negativo. L'aiuto varia da 193 a 512 euro per ettaro, in funzione della coltivazione praticata e degli impegni assunti. L'adesione all'impegno ha una durata di 5 anni. Il termine per la presentazione delle domande è il 15 maggio 2018.

 

Per descivere la misura a tutte le aziende interessate abbiamo previsto tre specifici incontri:

VENERDì 2 MARZO 2018 ALLE ORE 15,00 presso la sala riunioni di Confagricoltura Rovigo in piazza Duomo 2 - Rovigo

LUNEDì 5 MARZO 2018 ALLE ORE 9,30 presso la sala riunioni di Confagricoltura Rovigo in via Kennedy, 33 a Taglio di Po

LUNEDì 5 MARZO 2018 ALLE ORE 15,30 presso la Biblioteca Civica - via G. B. Conti, 30 a Lendinara

 


 

Condizionalita

Sono disponibili in allegato le diapositive proiettate dalla dott.ssa Ester Giolo di Avepa su "Condizionalità e impegni PSR, controlli e sanzioni" proiettate durante l'incontro di giovedì 14 dicembre 2017 nell'ambito degli incontri tecnici di Confagricoltura Rovigo denominati "Giovedì dell'agricoltore". Molti e interessanti riferimenti, con supporti grafici, per capire e applicare le norme conosciute come condizionalità.

I nostri uffici tecnici sono a vostra disposizione per qualsiasi chiarimento in merito.

Tosoni 2018 web

Anche quest'anno abbiamo il piacere di organizzare il convegno fiscale 2018. 

Aprirà i lavori alle ore 9,30 il presidente di Confagricoltura Rovigo Stefano Casalini , seguiranno le relazioni del rag. Gianpaolo Tosoni - tributarista pubblicista de Il Sole 24 ore e del dott. Nicola Caputo - responsabile dell'area fiscale di Confagricoltura.

Sono previsti interventi del pubblico.

Tra gli argomenti che saranno affrontati:
- fattura elettronica
- trasferimenti di azienda agricola e modifiche alla normativa sull'accertamento dell'imposta di registro
- nuovo regime fiscale delle cessioni di quote
- percentuali di compensazione iva
- contratti di affiancamento
- ampliamento delle attività di vendita diretta al consumo di prodotti agricoli sul posto.

Il convegno vale come giornata di aggiornamento accreditata da:

Ordine dei commercialisti e ragionieri contabili, Ordine dottori agronomi e dottori forestali, Collegio provinciale dei periti agrari e periti agrari laureati.

Per informazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 0425/204411

 

 Logo 2 da biglietti

Venerdì 15 alle ore 18,30 è stato inaugurato in nuovo negozio denominato “Che gusto ! La bottega degli agricoltori” di Confagricoltura Rovigo in Piazzetta Annonaria dedicato alla vendita delle eccellenze agroalimentari della provincia di Rovigo.

“All’interno di un progetto di sviluppo della filiera agroalimentare polesana abbiamo partecipato  – ha affermato il presidente di Confagricoltura Rovigo Stefano Casalini al taglio del nastro – alla gara di assegnazione di  uno dei box disponibili da anni in piazzetta Annonaria. Desideriamo rendere disponibili per tutto il periodo dell’anno i migliori prodotti trasformati delle aziende appartenenti alla nostra Associazione. Una ventina di aziende polesane  ha aderito con entusiasmo a questa iniziativa per circa 150 prodotti.  Riso del delta del po sia IGP che biologico, birre, farine, salumi, yogurt,  formaggi di pecora e capra, noci e pasticceria a base di noci, marmellate, succhi di frutta, sughi al pomodoro, vino DOC e IGT, miele, pasta, tisane e infusi bio, zafferano rappresentano alcune delle referenze che il negozio propone.”

“Che gusto!  la bottega degli agricoltori  è il nome scelto per questa esperienza di vendita diretta. I produttori nel corso dell’anno si alterneranno, soprattutto al sabato, nello spazio vendita per far conoscere la propria azienda e presentare la propria storia, capace di coniugare le esperienze passate con un futuro che richiede sempre più fantasia e professionalità.”

Presenti anche anche l’assessore Paulon, la senatrice Emanuela Munerato e il consigliere regionale Azzalin. Tutti hanno manifestato plauso e interesse per questa nuova iniziativa realizzata nel nostro centro cittadino, in piazza Annonaria perché è sentimento comune  che questo contesto cittadino rappresenti la migliore forma di comunicazione per la città. Presenti inoltre il presidente di Confartigianato Marcello e di Confesercenti  Ceccato.

Tantissima gente che ha degustato un ottimo risotto, salumi formaggi vino tisane, presenti inoltre gli agricoltori che hanno presentato i loro prodotti e raccontato le loro storie”

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso cookies.

Io accetto i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information